TERZO REBIRTH FORUM:
GEOGRAFÍAS DE LA TRANSFORMACIÓN


L'Avana, dal 22 al 24 novembre 2016





maggiori informazioni






SECONDO FORUM REBIRTH:
LA MELA REINTEGRATA



Milano, dal 17 al 19 marzo 2016
Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci, via San Vittore 21



Tre giorni di confronto e dibattito sull’innovazione responsabile e sostenibile

Sarà l’opera di Michelangelo Pistoletto La Mela Reintegrata, il simbolo e il tema ispiratore del “2° Rebirth Forum - La Mela Reintegrata” che si concluderà il 21 marzo con l’installazione permanente dell'opera in Piazza Duca D’Aosta.

Tra il 17 e il 19 marzo, negli spazi del Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci a Milano, si incontreranno oltre cento rappresentanti dei mondi delle istituzioni, dell’arte, del design, dell’università, delle associazioni, dei movimenti ambientalisti, degli attivisti legati ai temi del cibo, della finanza etica, dell’agricoltura urbana, per dar vita ad un cantiere lungo un anno in grado di innestare processi di trasformazione sociale che incidano profondamente sul territorio milanese. Il percorso nasce dal lavoro di Michelangelo Pistoletto e di Cittadellarte – Fondazione Pistoletto e coglie l’occasione della presentazione de La Mela Reintegrata per dar vita a questo grande laboratorio.


COS'È IL SECONDO REBIRTH FORUM - LA MELA REINTEGRATA, MILANO

Tra il 17 e il 19 marzo, negli spazi del Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci a Milano, si incontreranno oltre cento rappresentanti dei mondi delle istituzioni, dell’arte, del design, dell’università, delle associazioni, dei movimenti ambientalisti, degli attivisti legati ai temi del cibo, della finanza etica, dell’agricoltura urbana, per dar vita ad un cantiere lungo un anno in grado di innestare processi di trasformazione sociale che incidano profondamente sul territorio milanese. Il percorso nasce dal lavoro di Michelangelo Pistoletto e di Cittadellarte – Fondazione Pistoletto e coglie l’occasione della presentazione de La Mela Reintegrata per dar vita a questo grande laboratorio.

“Cercavamo un modo per condividere questo percorso – spiega Paolo Naldini, Direttore di Cittadellarte - per far sì che la presentazione dell’Opera di Michelangelo non rimanesse fine a se stessa o comunque relegata solo al mondo degli estimatori, ma diventasse un occasione per innestare quei processi di trasformazione sociale che da anni cerchiamo di raccontare.”

Tre giorni di confronto e dibattito tra i rappresentanti delle istituzioni pubbliche, docenti e ricercatori universitari, insegnanti, associazioni della società civile e altri soggetti impegnati in pratiche di innovazione responsabile e sostenibile nei diversi ambiti: dall’agricoltura alla salute, dalla tecnologia all’economia, dalla produzione alla politica, dall’architettura alla moda.
Questa è forse la caratteristica più importante di questo evento. Non un semplice simposio ma il tentativo di innestare un vero e proprio cantiere sociale che veda protagonista la città di Milano (come laboratorio di un modello poi replicabile ovunque).
“Il Forum non è un punto di arrivo, ma un punto di partenza – spiega ancora Paolo Naldini - I lavori che imposteremo in questi tre giorni proseguiranno poi per un anno proprio su Milano, per avviare davvero cambiamenti concreti sul territorio.”

Con il Forum si apre quindi a Milano un cantiere operativo della durata di un anno, il cui obbiettivo è condividere i significati della Mela Reintegrata e, in relazione ad essi, contribuire allo sviluppo delle pratiche di cambiamento della società, già in atto nel territorio, di concerto con il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci e l’attività che Cittadellarte, con Rebirth e le sue ambasciate, sviluppa nel mondo, anche in connessione con le Nazioni Unite.

“Il lavoro su Scienza e Società in cui è impegnato il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia – dichiara il Direttore Generale del Museo Fiorenzo Galli - trova nell'opera di Michelangelo Pistoletto un ideale compagno di viaggio per un immediato e un futuro impegno. Infatti, il pianeta sta affrontando la più grave e complessa crisi della sua storia riferita all'uomo. La popolazione mondiale è in continuo aumento e, nonostante squilibri di opportunità, l'aggressione alle risorse naturali è grave e senza precedenti. La ricomposizione fra equilibri naturali e sviluppo delle conoscenze deve trovare un nuovo e indispensabile equilibrio, pensando anche a nuovi modelli sociali.”

Rebirth mette la facoltà della creazione propria dell’arte a disposizione di questa impresa, fulcro di un processo che riguarda l’intera società; l’arte, infatti, è alla radice di ogni artefatto, come dice il termine stesso arti-ficio, arte fare o fare arte. Ecco perché l’artista, con questo simbolo, assume una responsabilità di fondo nella società umana.
Rebirth nasce dalla ventennale esperienza di laboratorio d’arte e società di Michelangelo Pistoletto con Cittadellarte che mette insieme l’arte come facoltà creatrice con la scienza, la tecnologia, l’economia, la politica e ogni altro settore della vita comune.
In questo laboratorio, Pistoletto ha messo a punto la formula della creazione; questa consiste nel principio enunciato con il Teorema della Trinamica che definisce il fenomeno stesso della creazione attraverso il segno del triplo cerchio. Il triplo cerchio rappresenta anche la sintesi tra tesi e antitesi, dunque l’equilibrio (cerchio centrale) che avviene nell’interazione di forze contrapposte (i due cerchi esterni).
Rebirth è la dinamica del numero tre. È la combinazione di due unità che dà vita a una terza unità distinta e inedita. Il triplo cerchio è simbolo di nascita o rinascita, che avviene per composizione fortuita o voluta di due soggetti, oggetti o concetti, come il polo positivo e il negativo che producono l’elettricità, come il maschile e il femminile che generano una nuova persona, come ossigeno e idrogeno che producono l’acqua e come il totalitarismo e l’anarchia tra cui si sviluppa la democrazia.


Il Forum di Milano - “La Mela Reintegrata” segue al “1° Rebirth Forum - Geografías de la transformación”, che si è tenuto nel mese di novembre 2015 a l’Avana, Cuba, dove la locale Ambasciata Rebirth - Galleria Continua, coordina un cantiere corrispondente a quello che sarà sviluppato a Milano.


SEGUI IL FORUM SU TWITTER





SEGUI IL FORUM SU FACEBOOK






SEGUI LO STREAMING AUDIO SU RAM RADIOARTEMOBILE



http://radioartemobile.it/live-radioartemobile




SEGUI LO STREAMING VIDEO

Il Forum in diretta sabato 19 marzo dalle 10 alle 13




"LA MELA REINTEGRATA" DI MICHELANGELO PISTOLETTO


La grande “Mela Reintegrata” di Michelangelo Pistoletto è stata realizzata e installata al centro della piazza del Duomo a Milano per l’apertura dell’EXPO nel maggio 2015.
Ora Milano accoglie in un luogo cardine della città, il piazzale antistante alla Stazione Centrale, l’opera d’arte simbolo del passaggio evolutivo che coinvolge l’intera società umana.



La “Mela Reintegrata”, strutturata in acciaio, era interamente modellata da un manto erboso naturale. Intorno ad essa è stato realizzato un grande simbolo del Terzo Paradiso con balle di paglia disposte durante una performance di 300 persone.
L’opera è stata dedicata dal FAI, Fondo Ambiente Italiano, al quinto anno celebrativo della VIA LATTEA, che comprende l’intero hinterland agricolo del capoluogo lombardo, il più esteso d’Italia.
Alla cerimonia inaugurale hanno partecipato autorità dell’ONU, della città di Milano e del FAI. Un accordo è stato conseguito tra Michelangelo Pistoletto, la sua Fondazione Cittadellarte, il FAI e i rappresentanti del Comune di Milano, per la donazione della “Mela Reintegrata” alla stessa città di Milano. Come luogo appropriato alla sua installazione permanente è stata scelta la piazza Duca d’Aosta, prospiciente la Stazione Centrale.
A fine maggio, in attesa della collocazione definitiva, l’opera è stata spostata da piazza Duomo al Parco Sempione, rivestita provvisoriamente di materiale tessile. Concluso l’iter delle procedure tecniche e amministrative, giungiamo ora al momento della collocazione della “Mela Reintegrata” in piazza Duca d’Aosta.

In seguito a un mese di cantiere nel quale è stata rimontata la struttura metallica della Mela, ricoperta con materiale argilloso, di sembianze marmoree, l’opera sarà ufficialmente inaugurata Piazza Duca D’Aosta alle 14:30 del 21 marzo 2016 alla presenza dell’artista e del Sindaco di Milano Giuliano Pisapia, dell'Assessore alla Cultura Filippo Del Corno e dell'Assessore ai Lavori Pubblici Maria Carmela Rozza.

La Mela Reintegrata
di Michelangelo Pistoletto

Sono felice per la bellissima intesa intercorsa con il Comune di Milano che, in collaborazione con il FAI Fondo Ambiente Italiano, ha portato alla realizzazione de La Mela Reintegrata in piazza Duomo in occasione dell'inaugurazione di EXPO 2015.
L'opera viene ora definitivamente posta sul piazzale antistante la Stazione Centrale e sarà inaugurata, nella sua versione definitiva, il 21 marzo prossimo.
Considerando questo evento di rilevanza pubblica, ritengo necessario comunicare le ragioni e il significato di quest'opera. Chiarisco, innanzi tutto, che non si tratta di una scultura autocelebrativa dell'artista, bensì di un'opera con significato simbolico inclusivo dell'intera società.
La Mela Reintegrata rappresenta il passaggio epocale che il mondo sta vivendo ed è l'indicazione di come affrontarlo. È un'opera che coinvolge oggi ognuno di noi e il futuro di noi tutti.
La storia umana è al terzo stadio. Il primo era il paradiso naturale, di quando eravamo dentro alla mela. Con il morso della mela siamo usciti dalla natura e passati al secondo stadio, il paradiso artificiale, che ormai divora la mela, cioè devasta l'intera natura. Adesso dobbiamo lavorare tutti per passare al terzo stadio, quello in cui si realizza la cucitura del mondo artificiale con il mondo naturale. Il Terzo Paradiso nel quale la scienza e la tecnica anziché allontanarci dalla natura ci aiutano a salvare la natura stessa e con essa l'intera umanità.
Dopo l'EXPO 2015, il simbolo de La Mela Reintegrata rimane anche a indicare il comune impegno nella realizzazione di quanto scritto nella “Carta di Milano”.
Di fronte alla Stazione Centrale l'opera accoglie chi giunge a Milano e chi parte da questa città divenendo simbolo di un proposito aperto al futuro del mondo.


Michelangelo Pistoletto

maggiori informazioni su La Mela Reintegrata



SECONDO REBIRTH FORUM - LA MELA REINTEGRATA, MILANO
TEMI, METODO E OBIETTIVI

Key words:
trinamica – sostenibilità – trasformazione – sviluppo – ricerca – innovazione – profitto – gratuità – equilibrio – cultura – alimentazione – educazione – integrazione – spiritualità – arte.



Il Primo Paradiso è quello naturale, di quando eravamo dentro alla mela. Con il morso della mela uscivamo dalla natura e creavamo il paradiso artificiale: il secondo paradiso, che ormai divora la mela. Adesso entriamo nel Terzo Paradiso integrando pienamente la vita artificiale nella vita naturale. È l’opera planetaria di cui noi tutti siamo gli autori.

Michelangelo Pistoletto


Il 2° Forum Rebirth è realizzato da Cittadellarte con la partecipazione delle Ambasciate Rebirth – Terzo Paradiso e delle istituzioni pubbliche e private invitate a condividere l’iniziativa.
Il Forum si svolge sotto l’attenzione delle Nazioni Unite. Il programma è costituito da una esposizione iniziale del progetto Rebirth seguito dall’intervento dei partecipanti in sessioni di discussioni e confronto. L’Agenda dei 17 Development Goals delle Nazioni Unite e la Carta di Milano costituiscono l’asse degli argomenti che saranno affrontati e finalizzati al dibattito sui Sette Temi di Cittadellarte, da considerarsi come base di un impegno di sviluppo futuro da parte dei partecipanti.

I lavori del Forum si svolgeranno utilizzando il metodo di ricerca e applicazione della Trinamica, che sarà argomentato da Michelangelo Pistoletto e alcuni membri della Cittadellarte.
L’obbiettivo è: portare una vera e propria rinascita nel Paese attraverso una presa di responsabilità per sé e per il mondo. Questa responsabilità si fonda sulla ricerca di un nuovo equilibrio culturale, politico, economico e sociale. Per realizzare questo obbiettivo si lavora a partire dalla cultura, specificatamente dall’arte intesa come facoltà creatrice.

I Sette Temi di Cittadellarte

1. Formazione
Applicazione della Trinamica
2. Natura e Cultura
Sviluppo della società tra naturale e artificiale
3. Economia e Governo
Relazione tra profitto e gratuità
4. Antropologia e Sociologia del contemporaneo
Rapporto tra individualismo e imposizione collettiva
5. Spiritualità
Arte tra religione e politica
6. Urbanistica
Integrazione tra città e campagna
7. Attività produttiva
Produzione e responsabilità sociale

I temi incroceranno aree interdisciplinari e svariati settori d’interesse, tra questi: Alimentazione – Genetica – Medicina – Formazione – Filosofia – Tecnologia – Ricerca scientifica – Architettura – Design – Moda – Economia – Politica – Ambiente paesaggio agronomia – Energia – Imprenditoria e artigianato – Economia – Arte – Religione.

Questo secondo Forum darà inizio a Milano a un Cantiere permanente - Arte e Società destinato a coinvolgere il territorio, le sue associazioni, le strutture educative, scuole e università, le istituzioni pubbliche, gli artisti e ogni altro cittadino. Come già realizzato a Cuba, un Cantiere che, partendo dalle specificità e necessità locali, porti le differenti tensioni conflittuali a risolversi in un effettivo equilibrio che la società necessita a dimensione globale.


IL PROGRAMMA DEL FORUM


Il 2° Forum Rebirth – La Mela Reintegrata si articola in due giornate di lavoro presso il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci, dalle ore 14:30 di giovedì 17 alle 18:30 di venerdì 18 marzo.

L'apertura del Forum si svolge con la partecipazione delle autorità istituzionali; quindi, si avvia una fase di lavoro in gruppi in forma di dibattito plenario e tavoli tematici, a cui partecipano 100 invitati. Seguirà la stesura di un documento finale, che costituirà la base del programma di lavoro per il “Cantiere Permanente Rebirth - Milano”: un laboratorio operativo che durerà per tutto l’anno, il cui obiettivo è tracciare delle linee comuni per contribuire allo sviluppo delle pratiche di cambiamento della società.
Il terzo giorno il Forum si conclude con una sessione aperta al pubblico e alla stampa, in cui vengono presentati i risultati dei lavori.

Giovedì 17 marzo, Sala del Cenacolo, dalle ore 14,30 alle 19,30 (aperto alla stampa)
Intervengono:
Fiorenzo Galli, Direttore Museo della Scienza e della Tecnica Leonardo da Vinci
Filippo Raffaele Del Corno, Assessore alla Cultura del Comune di Milano
Giulia Maria Crespi, Presidente onorario FAI
Giuliana Carusi Setari, Presidente Cittadellarte - Fondazione Pistoletto
Massimo Tarantino, Fondazione Giangiacomo Feltrinelli
Michelangelo Pistoletto, artista
Moderano: Paolo Naldini, Direttore Cittadellarte - Fondazione Pistoletto e Fortunato D'Amico, curatore Forum Rebirth

Venerdì 18 marzo, Sala del Cenacolo, dalle ore 9,30 alle 19,30 (chiuso al pubblico)

Sabato 19 marzo: Auditorium, dalle ore 10.00 alle 13.00 (aperto al pubblico e alla stampa)
Intervengono:
Fiorenzo Galli, Direttore Museo della Scienza e della Tecnica Leonardo da Vinci
Maria Teresa Pisani, Commissione Economica per l'Europa, Nazioni Unite
Piero Bassetti, Fondazione Giannino Bassetti
Luisa Collina, Preside Politecnico di Milano - Scuola del Design
Francesca Romana Rinaldi, Università Bocconi
Massimo Tarantino, Fondazione Giangiacomo Feltrinelli
Laura Ferraris, Assessore alla Cultura del Comune di Parma
Mauro Rossetti, Direttore Tessile e salute
Daniel Tarozzi, Italia che Cambia
Michelangelo Pistoletto, artista
Moderano: Paolo Naldini, Direttore Cittadellarte - Fondazione Pistoletto e Fortunato D'Amico, curatore Forum Rebirth

Dalle ore 16 alle ore 18 del 19 marzo saranno presentati collettivamente i lavori e i risultati del Forum nell’ambito di “Fa’ la cosa giusta”, Fiera del consumo critico e degli stili di vita sostenibili, FieraMilanoCity, padiglioni 3 e 4, gate 4.

La conclusione del Forum sarà anche segnata dall'inaugurazione de La Mela Reintegrata, donata alla Città di Milano da Michelangelo Pistoletto e Cittadellarte, alla presenza dell’artista e del Sindaco di Milano Giuliano Pisapia, all'Assessore alla Cultura Filippo Del Corno e all'Assessore ai Lavori Pubblici Maria Carmela Rozza, nella sua collocazione definitiva, Piazza Duca D’Aosta, lunedì 21 marzo alle ore 14:30.



IL FORUM: PARTECIPANTI E ADESIONI

Cento gli invitati che siederanno ai dieci tavoli di lavoro, tra i quali: ALA - Associazione Liberi Architetti, ADI - Associazione per il Disegno Industriale, L&scape, Economic policy officer della Commissione Economica per l'Europa delle Nazioni Unite, Università degli studi di Milano "Bicocca" - Dipartimento di sociologia e ricerca sociale, AIAPP Lombardia - Associazione Italiana di Architettura del Paesaggio, Associazione per l'Agricoltura Biodinamica, Politecnico di Milano - Scuola del Design, Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della provincia di Brescia, Accademia di Belle Arti di Brera, Movimento per la Descrescita Felice, Europa Nostra, Comuni Virtuosi, Associazione Tessile e Salute, Camera Nazionale della Moda Italiana, Fondazione Giangiacomo Feltrinelli.

Tra gli altri interverranno:
Piero Bassetti
, Fondazione Giannino Bassetti
Giuliana Carusi Setari, Presidente Fondazione Pistoletto
Fiammetta Casali, Presidente UNICEF Milano
Luisa Collina, Preside Politecnico di Milano - Scuola del Design
Giulia Maria Crespi, Presidente onorario FAI
Filippo Raffaele Del Corno, Assessore alla Cultura del Comune di Milano
Laura Ferraris, Assessore alla Cultura del Comune di Parma
Fiorenzo Galli, Direttore Museo della Scienza e della Tecnica Leonardo da Vinci
Maria Teresa Pisani, Commissione Economica per l'Europa, Nazioni Unite
Michelangelo Pistoletto, artista
Francesca Romana Rinaldi, Università Bocconi
Mauro Rossetti, Direttore Tessile e salute
Massimo Tarantino, Fondazione Giangiacomo Feltrinelli Daniel Tarozzi, Italia che Cambia




Curatore del 2° Rebirth Forum: Fortunato D’Amico



CONTESTO

Cittadellarte-Fondazione Pistoletto è un grande laboratorio, un generatore di energia creativa che sviluppa processi di trasformazione responsabile nei diversi settori della cultura, produzione, economia e politica. Le attività di Cittadellarte perseguono l’obbiettivo di fondo di portare operativamente l’intervento artistico in ogni settore della società civile per contribuire in modo responsabile ed efficace ad affrontare i profondi cambiamenti della nostra epoca. Cittadellarte opera per una Trasformazione Responsabile della Società. Pistoletto (Leone d’Oro alla Carriera alla 50°Biennale di Venezia e insignito della laurea honoris causa in Scienze Politiche dall’Università di Torino) ha fondato Cittadellarte per porre l’arte al centro delle attività umane – economia, politica, cultura, moda, educazione – e per proporre uno sviluppo eco-sostenibile attraverso un approccio artistico.
www.cittadellarte.it

Il simbolo del Terzo Paradiso / REBIRTH, largamente usato in contesti diversi e numerose istallazioni in tutto il mondo, rappresenta la “rinascita” della società, un nuovo mondo in cui la “comunità umana” si unisce, in cui si promuove un dialogo tra gli opposti alla ricerca di equilibrio e armonia.
Il Rebirth-day nasce il 21 dicembre 2012 come giornata di festa per celebrare in tutto il mondo il simbolo del Terzo Paradiso concepito come segno di rinascita della società umana.
Rebirth è assunto come termine per indicare tutte le attività e tutti gli eventi che si realizzano nel mondo nel segno del Terzo Paradiso.

Le Geografie della Trasformazione tracciano una nuova geografia di luoghi animati da un impegno verso un cambiamento responsabile dei sistemi sociali. è una geografia fisica ma anche culturale, una rete di reti di pratiche di grande impatto in tutti i diversi campi e discipline. Il progetto Geografie della Trasformazione mappa questo movimento globale contemporaneo in un archivio che, per quanto riguarda le diverse discipline, vuole essere onnicomprensivo. è di primaria importanza raccogliere e classificare tali progetti secondo determinati criteri, in modo da evidenziare la loro quantità e consistenza. Le Geografie della Trasformazione cercano inoltre di connettere gli attori di questo cambiamento attraverso una piattaforma on line.
www.geographiesofchange.net

 

 



PRIMO FORUM REBIRTH:
GEOGRAFÍAS DE LA TRANSFORMACIÓN




Le attività svolte durante il Forum







PRIMO FORUM REBIRTH - LA MISSION

Il giorno 16 dicembre 2014 è stato realizzato il simbolo di Rebirth sul mare di Cuba.
Il giorno successivo, il 17 dicembre, è stata annunciata l’intesa tra il Presidente degli U.S.A. Barak Obama e il Presidente di Cuba Raul Castro, su una ripresa delle relazioni fra i due Paesi. Questa concomitanza degli accadimenti rende manifesta la congruenza tra il Simbolo della Rinascita e la nascita di nuovi scenari geopolitici, che riguardano tanto i due Paesi direttamente coinvolti, quanto il resto del mondo.
Cuba è stata per sessant’anni all’attenzione del mondo come punto nevralgico e specchio di una contrapposizione socio-economico-politica e culturale che ha diviso il mondo attraverso la guerra fredda. In tutto quel tempo il mondo è rimasto compresso nella tensione di forze contrapposte, le cui ragioni di fondo, ci rendiamo conto, non sono ancora state risolte.
Proprio in questo momento in cui avviene il riallacciamento dei rapporti con gli Stati Uniti, Cuba assume una posizione centrale nel contesto mondiale in ragione di quella che può essere la sua evoluzione. Oggi si rende urgente la necessità di sviluppare un inedito equilibrio che prenda il posto della precedente contrapposizione.
Rebirth mette la facoltà della creazione propria dell’arte a disposizione di questa grande impresa che vede Cuba come epicentro di un processo che riguarda l’intera società con tutte le tensioni e le problematiche che attraversano gli ambiti culturali, economici, politici, religiosi, scientifici, tecnologici e l’intero ecosistema.

Rebirth unisce due elementi essenziali: l'arte come facoltà creativa e la politica come arte del governare, che coinvolge tutti i settori della vita sociale.

In questo periodo in cui la società mondiale sta attraversando un cambiamento epocale, un'attività in cui arte e politica lavorino insieme è diventata essenziale al fine di sviluppare una prospettiva di sostenibilità a livello globale. Arte e politica sono infatti due elementi che si possono unire a formare un terzo elemento che costituisca una realtà completamente nuova a cui l'intero mondo auspica.

In particolare, in linea con ciò detto sopra, questo nuovo incontro tra gli Stati Uniti e Cuba potrebbe avviare le due nazioni su un cammino verso soluzioni innovative ed equilibrate che si diffonderanno al di là di tutti i confini ispirando pratiche sostenibili e rivoluzionarie.

Questo processo non può essere affidato solamente alla politica, ma deve essere generato dalla cultura e quindi dalla facoltà creativa dell'arte.

Rebirth si assume attivamente questa responsabilità rendendola la sua raison d’être.

Rebirth si basa sul Principio enunciato con il Teorema della Trinamica da Michelangelo Pistoletto che definisce il fenomeno della creazione attraverso la formula figurata nel triplo cerchio. Il triplo cerchio rappresenta la generazione di un nuovo equilibrio (cerchio centrale) che avviene nell’interazione di forze contrapposte (i due cerchi esterni).

La Trinamica è la dinamica del numero tre. È la combinazione di due unità che dà vita a una terza unità distinta e inedita. Il triplo cerchio è simbolo di nascita e rinascita, che avviene per composizione fortuita o voluta di due soggetti, oggetti o concetti, come il polo positivo e il negativo che producono l’elettricità, come il maschile e il femminile che generano una nuova persona, come ossigeno e idrogeno che producono l’acqua e come il totalitarismo e l’anarchia tra cui si sviluppa la democrazia.

Nel simbolo trinamico il cerchio centrale è il grembo procreativo della nuova società.

A Cuba, questo simbolo rende la nazione la culla della rinascita.


Con questo Forum, Rebirth inaugura un workshop di arte e politica a L'Avana che, partendo da specifiche caratteristiche e necessità locali, indirizzerà i vari conflitti e tensioni verso potenziali soluzioni attraverso un concreto gioco di equilibri.

Il simbolo del triplo cerchio è stato assunto e reinterpretato nelle molte aree del mondo in cui sono state fondate le Ambasciate del Rebirth. Tutte queste iniziative sono state raggruppate nel simbolo del Rebirth formato da pietre da ogni paese membro delle Nazioni Unite che è stato permanentemente istallato al quartier generale dell’ONU a Ginevra e inaugurato il 24 ottobre 2015, in occasione del 70esimo anniversario dalla fondazione delle Nazioni Unite.

Esattamente un mese dopo, il 24 novembre 2015, apre a Cuba il 1° Forum Rebirth.

Il Forum segna l’inizio di un workshop permanente di arte e politica a Cuba sviluppato in linea con i 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dichiarati dalle Nazioni Unite.

Il Cantiere, destinato a coinvolgere l’intera società cubana, è stato preceduto dal lavoro svolto dall’Ambasciata Rebirth a L’Avana già nel 2014, iniziando un’opera di coinvolgendo delle scuole, delle università, di artisti, delle istituzioni pubbliche, dei cittadini e ha portato alla realizzazione - protagonisti i pescatori - del Simbolo Rebirth nel mare di fronte al Malecón, lungomare de L’Avana.


PRIMO FORUM REBIRTH - GLI SCOPI, I PARTECIPANTI E IL PROGRAMMA



Il Forum riunisce membri di facoltà di università cubane (professori e ricercatori), rappresentanti di istituzioni pubbliche locali e nazionali (governo, parlamento, comuni) e membri di Cittadellarte.

Il Forum si svolge sotto l’attenzione delle Nazioni Unite. Il programma è costituito da una esposizione iniziale del progetto Rebirth seguito dall’intervento dei partecipanti e continua in sessioni di discussioni e confronto.

LEGGI IL REPORT SUL FORUM DALLA SEDE DELLE NAZIONI UNITE A CUBA


La lista dei Development Goals delle Nazioni Unite costituisce l’asse degli argomenti che saranno affrontati e sarà considerata come base di un possibile impegno di sviluppo nel futuro nella collaborazione tra l’Ambasciata Rebirth, il Governo e della Cittadinanza di Cuba.

Il lavoro del forum sarà eseguito applicando il metodo di ricerca trinamico, che sarà spiegato da Michelangelo Pistoletto stesso e da membri di Cittadellarte.

L’obiettivo è quello di generare una genuina rinascita nella nazione attraverso una nuova assunzione di responsabilità nei confronti di se stessa e del resto del mondo. Questa responsabilità si fonda su un sistema che produce un nuovo equilibrio culturale, politico, economico e sociale.

Al fine di raggiungere questo obiettivo, i partecipanti partiranno dalla cultura, e specificatamente dall’arte intesa come facoltà creativa.

Il Workshop Permanente di Arte e Politica Rebirth a Cuba manterrà una connessione e una cooperazione con istituzioni universitarie e governative e una costante interazione con l’Università delle Idee di Cittadellarte, promuovendo collaborazioni con artisti cubani e stranieri sull’isola.

In conclusione verrà stilata una dichiarazione che costituirà la bozza del programma di lavoro del Workshop Permanente Rebirth di Cuba.


La conclusione del Forum

Si prevede un secondo incontro del Forum nell’autunno 2016 finalizzato a un confronto sull’operato del Cantiere e all’aggiornamento del programma, anche in connessione con la rete delle altre Ambasciate Rebirth nel mondo.

Cittadellarte - Fondazione Pistoletto è un grande laboratorio, un generatore di energia creativa che sviluppa processi di trasformazione responsabile nei diversi settori della cultura, produzione, economia e politica. Le attività di Cittadellarte perseguono l’obiettivo di fondo di portare operativamente l’intervento artistico in ogni settore della società civile per contribuire in modo responsabile ed efficace ad affrontare i profondi cambiamenti della nostra epoca. Cittadellarte opera per una Trasformazione Responsabile della Società.
Michelangelo Pistoletto (Leone d’Oro alla Carriera alla 50°Biennale di Venezia e insignito della laurea honoris causa in Scienze Politiche dall’Università di Torino) ha fondato Cittadellarte per porre l’arte al centro delle attività umane – economia, politica, cultura, moda, educazione – e per proporre uno sviluppo eco-sostenibile attraverso un approccio artistico.
www.cittadellarte.it

Il simbolo del Terzo Paradiso / REBIRTH, largamente usato in contesti diversi e numerose istallazioni in tutto il mondo, rappresenta la “rinascita” della società, un nuovo mondo in cui la “comunità umana” si unisce, in cui si promuove un dialogo tra gli opposti alla ricerca di equilibrio e armonia.

Le Geografie della Trasformazione - Geographies of Change tracciano una nuova geografia di luoghi animati da un impegno verso un cambiamento responsabile dei sistemi sociali. È una geografia fisica ma anche culturale, una rete di reti di pratiche di grande impatto in tutti i diversi campi e discipline. Il progetto Geografie della Trasformazione mappa questo movimento globale contemporaneo in un archivio che, per quanto riguarda le diverse discipline, vuole essere onnicomprensivo. È di primaria importanza raccogliere e classificare tali progetti secondo determinati criteri, in modo da evidenziare la loro quantità e consistenza. Le Geografie della Trasformazione cercano inoltre di connettere gli attori di questo cambiamento attraverso una piattaforma online.
www.geographiesofchange.net